Giardino di Apina

Come richiesto dal committente, vi era la necessità di creare una zona outdoor edutainment (intrattenimento educativo), a tema, nella quale inserire alcune mascotte, preesistenti, ed elementi educativi sul mondo della natura e degli insetti.

Il tutto è partito dalla richiesta di far diventare un vero albero la casa della mascotte Apina e di sviluppare e creare, in due differenti fasi, una serie di elementi scenografici e pratici per dare una reale utilità a quella zona del vivaio. 

Oltre alla decorazione di vari elementi si sono create illustrazioni, pannelli informativi e mappa che hanno arricchito e completato l’area.

L’ingresso. Per la zona d’accesso all’area è stato progettato un cartello in legno, e decorato a mano, a forma di una grande foglia che funge anche da freccia con il nome dell’area e con l’immagine della principale mascotte. Sullo stesso palo di sostegno si sono creati dei pannelli che danno il benvenuto in varie lingue. Alla base sono state posizionate varie sfere di terracotta decorate in tre diversi colori, presenti anche in altri punti dell’area.

La casa di Apina. Attorno al grande albero è stato previsto un tavolo circolare sul quale i bambini possono sviluppare le attività proposte dal cliente. Sull’albero sono state posizionate, con una guaina che non ha intaccato l’albero, delle finestre, di forma esagonale, in legno decorato attraverso le quali si potevano vedere varie stanze della casa e del laboratorio dell’apina. Ad altezza tavolo anche la porticina della casa-albero.

Il castello di re rospo. L’elemento preesistente più interessante da gestire è stata una grande vasca metallica contenente molta acqua, ninfee ed alcuni pesci rossi. Vista la somiglianza con uno stagno, si è pensato di farla diventare, tramite l’applicazione di pannelli lignei, una sorta di castello. I pannelli sono stati decorati con colori che richiamano la natura, stemmi di ipotetiche casate di insetti, una grande porta ed elementi adesivi con illustrazioni che, simulando delle finestre, andavano a mostrare l’interno del castello(sala del tesoro, sala del trono etc). Creammo così il castello di Re Rospo. La successiva stagione venne posizionato, sulla sommità, la statua del re rospo colorata con color oro.

Gli alberelli salterelli. Il secondo anno dell’area ha visto l’implementazione di colorati e fumettosi alberelli. La richiesta del committente fu quella di dare nuova vita ad alcune grandi bobine di legno sulle quali le nipoti saltavano. Per coerenza con il tema si sono proposte decorazioni di elementi naturali come funghi o alberelli. Si è optato per la decorazione di alberelli, ognuno con un differente visto e differente nome. Il suggerimento, per i bambini, fu quello di saltare tra un albero e l’altro ma la fantasia dei più piccoli è sempre libera.

Elementi minori.Il villaggio degli insetti con la decorazione di casette in legno che realmente possono ospitare veri insetti. Per completare il tutto si implementarono fiori e grandi girandole colorate. Il cliente, acquistò due tartarughe che, con l’utilizzo di mattoni ti tufo, vennero accolte in un’arena a loro dedicata. Venne implementato anche un semplice gioco in cui i bambini dovevano centrare, con dischi colorati, dei pali ognuno con un differente punteggio. PEr dare maggiore colore all’area venne decorato anche un grande tavolo in legno, con tre diverse tonalità.

 

Project Info